herpes labiale in gravidanza

Herpes labiale in gravidanza: come curarlo

L’herpes labiale in gravidanza, o febbre delle labbra, è un’infezione virale causata dall’Herpes simplex virus di tipo 1.  Questo virus di solito resta latente all’interno delle cellule nervose, e tende a riattivarsi periodicamente quando le difese immunitarie si abbassano. Durante i 9 mesi di gestazione, l’organismo abbassa la guardia per ospitare il feto senza il rischio di rigettarlo, ed è quindi possibile che l’herpes torni a manifestarsi con delle vescicole sulle labbra.

Ma quali sono i rischi legati alla comparsa dell’herpes alle labbra durante la gestazione?

 

L’herpes labiale in gravidanza è pericoloso?

L’Herpes simplex di tipo 1 non può essere trasmesso al feto attraverso il sangue o la placenta, e nemmeno durante il parto, pertanto non comporta rischi per il nascituro. Se però sono presenti delle lesioni genitali causate dal contatto con le mani o le labbra infette del partner, è importante rivolgersi al ginecologo per farsi consigliare la terapia antivirale più adatta. Il contatto del feto con queste lesioni durante il parto potrebbe infatti causare l’herpes neonatale, un’infezione molto pericolosa per la vita del bebè. Se le vescicole dovessero essere presenti anche negli ultimi mesi di gestazione, sarà necessario quindi ricorrere al parto cesareo.

Poiché l’herpes labiale (HSV-1) e l’herpes genitale (HSV-2) sono parenti stretti e spesso si scambiano le sedi, nel caso di comparsa di bollicine sulle labbra o sui genitali è importante rivolgersi al ginecologo per individuare il tipo di infezione con degli esami del sangue, e iniziare la cura farmacologica più adatta. 

 

 L’herpes gravidico

Anche se ha in comune lo stesso nome, l’herpes gravidico, o herpes gestationis, non ha nulla a che fare con l’herpes labiale. È infatti un disturbo di natura autoimmune che può colpire le donne al secondo o terzo trimestre di gravidanza, provocando prurito intenso e la formazione di vescicole rosa sull’addome e talvolta anche su braccia, gambe, schiena e viso. 

Non essendo un’infezione virale, non comporta alcun rischio per il nascituro e tende a regredire spontaneamente dopo il parto. Poiché le eruzioni cutanee non riguardano la zona della bocca, è facile distinguerlo dall’herpes labiale. Può essere curato con una terapia immunosoppressiva a base di farmaci corticosteroidi.

 

Come curare l’herpes labiale in gravidanza

In caso di eruzioni da herpes alle labbra durante la gestazione, puoi ricorrere a delle pomate antivirali da applicare sulla zona interessata. In generale, se sei soggetta a recidive periodiche o frequenti, è importante agire sulla prevenzione, usando Herpaso Plus per tutto il periodo della gravidanza. Grazie ai suoi principi attivi naturali, è un dispositivo medico assolutamente sicuro per il bambino e privo di effetti collaterali, in grado di rinforzare le tue difese immunitarie e difenderti dagli attacchi virali.

Vuoi proteggere tuo figlio dalle infezioni erpetiche? Leggi il nostro articolo “L’herpes labiale nei bambini” per approfondire il tema e sapere come intervenire nel caso in cui rilevi dei possibili sintomi. 

Comments 0

Leave a comment

Please note, comments must be approved before they are published

English